Le tecnologie digitali stanno trasformando l'economia e la società con tempi e modalità completamente nuovi rispetto alle precedenti rivoluzioni IT. Oggi, gli utenti – i cittadini – vogliono fare affidamento su servizi semplici, veloci e personalizzati, che siano efficienti in termini di prestazioni e di tempo. Come può garantire questa efficienza laPubblica Amministrazione?

La nuova rivoluzione tecnologica: il digitale

La PA non può esimersi dall’innovazione e deve fornire servizi tempestivi, per le caratteristiche di importanza e urgenza che spesso possono avere le richieste effettuate dagli utenti. Purtroppo, l’Italia è ancora un passo indietro. Come evidenziato dal report eGovernment Benchmark 2018, complessivamente i governi europei continuano a migliorare la qualità dei propri servizi digitali, offrendo a cittadini e aziende un numero crescente di servizi online, gestiti tramite portali centralizzati e sportelli unici a tutti i livelli degli organismi governativi. Tuttavia, nel nostro paese solo il 22% della popolazione interagisce online con la pubblica amministrazione, contro una media europea del 53%. Questo lascia ampli spazi di miglioramento, nell’ottica di un rapporto sempre più positivo tra pubblica amministrazione e cittadini.

Quali sono le sfide della PA?

La PA ha l’obbligo di seguire i processi e di adattarsi costantemente alle nuove tecnologie, diventando parte attiva nelle scelte e nell'utilizzo delle soluzioni IT. L’obiettivo da raggiungere è quello di porre il cittadino al centro nei processi di progettazione, sviluppo, erogazione e promozione di servizi pubblici online, che devono essere sempre più semplici ed efficaci. La tecnologia deve essere in grado di supportare l’amministrazione pubblica fornendo le soluzioni necessarie per evitare sprechi di tempo e risorse. Le istituzioni devono operare per dotarsi di strumenti quali Intranet, Extranet e portali che siano facilmente integrabili con sistemi esterni per evitare il lock in, agili e orientati ai microservizi, rapidamente implementabili, scalabili, monitorabili e sicuri.

Gli obiettivi della Pubblica Amministrazione

L’obiettivo della PA è di offrire una user experience eccellente sia ai cittadini che ai dipendenti, per rendere i servizi quotidiani accessibili a tutti in modo semplice, veloce e intuitivo. Ai cittadini digitali vanno infatti garantiti diritti che presuppongano la possibilità di scelta di utilizzare i servizi online invece di quelli analogici, informandoli in maniera adeguata sulla loro disponibilità, sui vantaggi concreti e su come utilizzarli al meglio. In Italia purtroppo le competenze e la preparazione sono ancora insufficienti, sia da parte delle istituzioni che dei cittadini. Infatti, il paese ancora segnato da un utilizzo di Internet non omogeneo e da scarse capacità digitali, oltre che da un’infrastruttura IT non ancora adeguata su tutto il territorio che consenta erogazione e fruizione costanti di servizi digitali. Le interazioni digitali del cittadino con la PA devono andare oltre la richiesta di un documento online, per non recarsi allo sportello. Si tratta di una vera e propria rivoluzione della relazione cittadino/PA/impiegati pubblici che modifica anche i processi interni di funzionamento dell'amministrazione in modo da trasformare il servizio digitale. Il successo si ottiene quando si offre un'esperienza efficace e funzionale online sia al cittadino ma anche all'impiegato pubblico. L'esperienza d'uso deve essere all'altezza delle attese che oggi ognuno di noi ha come consumatore digitale nell'ambito privato. Dal punto di vista tecnologico occorre quindi dotarsi di una piattaforma unica. La storia informatica della PA è costruita spesso su insiemi di soluzioni complesse, costruite a causa di limiti di budget e tempo che non consentono mai di razionalizzare. Una piattaforma singola, facilmente integrabile con i sistemi esistenti, può agevolare un incremento di flessibilità e scalabilità per proteggere l'investimento nel tempo. Bisogna saper affrontare progetti realistici e tempestivi al passo delle attese dei cittadini e di un panorama tecnologico che si modifica velocemente.

Parleremo di questo tema al Liferay Symposium, il 13 e 14 novembre presso Talent Garden Milano Calabiana.

Rivivi il Liferay Symposium

Il 13 novembre al Liferay Symposium abbiamo approfondito l'argomento di questo articolo durante la tavola rotonda dal titolo "Verso la nuova generazione di servizi pubblici digitali: Intranet, Extranet e Portali nei servizi al cittadino", con la preziosa partecipazione del Comune di Milano, Comune di Bologna e MIUR. Guarda il video della sessione!

Visita la recap page dell'evento  
Commenti